GIAPATOI

Il Giorno delle Bandiere

corte
Il luogo della mia infanzia è una casa di ringhiera.
È un balcone stretto e lunghissimo che circonda sui quattro lati il cortile acciottolato
E’ il magazzino dei miei nonni che facevano addobbi a feste, matrimoni e funerali.
 
Il  tempo  della mia infanzia è “il giorno delle bandiere”.
Il giorno di sole  in cui , una volta all’anno, si lavavano le enormi bandiere di tutto il mondo che i nonni conservavano in grosse casse.
Era il giorno in cui i due piani di ringhiera erano completamente pavesati dai vessilli appesi ad asciugare.
Un ’iradiddio di scudi, strisce, stelle e colori che giocavamo ad indovinare girando all’impazzata sul balcone con la bici e le rotelle.
 
La fine dei giochi era  pane , burro e zucchero.
 
Annunci

Navigazione ad articolo singolo

13 pensieri su “Il Giorno delle Bandiere

  1. e ora dove sono le bandiere?
    pane, burro e sale o pane, burro e acciughe
    lo zucchero piaceva a mia sorella

  2. pane burro e zucchero…
    la merenda del dopo gioco…
    che m’hai ricordato!!!

  3. pane burro e zucchero accomuna gran parte degli adulti della nostra età……. quanti ricordi….

  4. pane burro e zucchero… mannaggia che ricordi! la versione estiva però era pane olio sale e il pomodoro strusciato sopra!

  5. Il luogo della mia infanzia è un cortile che profumava di gelsomini.

  6. Proprio stamattina, commentando questa merenda degna di re e regine, facevo notare alle maestre che ora, alla nostra età, sarebbe pane burro e cullulite…
    🙂
    Machissene, siamo giovani e magri insideeeeeeee!!!!!

  7. Winter ma scusa, tu la ciccia dove ce l’hai?
    A casa in un cassetto?
    Ciao Magrona!

  8. Pane, burro e zucchero…che bei ricordi..ora non ho il pane giusto..ma i prossimi giorni devo assolutamente mangiarlo..grazie;)

  9. e pane burro e nutella dove lo mettiamo??????????’
    si lo so sono la solita viziata ;PPPP

  10. che bella quella casa di ringhiera! pane e zucchero anch’io! la nutella c’era già ma era per snob. che ricordi.

  11. Ohmamma Giap!!!!! Un altro lapsus feudianissimooooooooooooooo!!!!
    Ho scritto: cullulite!
    Voglio il ricovero coatto!

  12. Leggendo mi aveva colpito la merenda.
    Vedo con piacere nei commenti che abbiamo tutti bei ricordi in merito.

  13. A me il burro non piaceva da piccola.
    Però ricordo benissimo “Ferrari”, la mia bellissima biciletta rossa con una rotella. E non era rossa di ruggine… almeno non dappertutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: