GIAPATOI

Incubi da trasloco

La bionda , giovine collega glamour,

custode della mia memoria evanescente *

e mia compensazione nel tenore estetico dello studio

è andata a vivere da sola.

 

Ha lasciato il paese natio ed ora abita in un appartamento piccolo ma bellissimo a pochi passi dall’ufficio e da casa di Giap.

 

La prima mattina è arrivata con un dito tagliato durante una colluttazione con i coltelli nuovi ed affilatissimi

 

La sera seguente mi manda un sms: “Se vedete del fumo in fondo alla strada sono io che litigo col ferro da stiro e le lenzuola nuove, venitemi a salvare”

 

Oggi mi ha confessato che ha avuto un incubo in cui un suo amico, cucinandogli i pescetti fritti, le devastava la cucina.

 

Il trauma del trasloco pare più grave del previsto.

Si pensa di dotarla di “Salvavita Beghelli”  

 

* “Lei  giornalmente mi suggerisce tutti i nomi della gente che mi saluta e che di cui io non ricordo assolutamente nulla   Oddio!

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

9 pensieri su “Incubi da trasloco

  1. Ciao, sono Esse. Ti ricordi di me? Ogni tanto commento qui… ;-))

    Il problema della collega glamour è che, uscendo dalla casa natìa, ha TUTTO nuovo, bello, lucente, affilato e potenzialmente pericoloso.
    Tra un po’ dovrebbe andare meglio, anche se eviterei anche in futuro di far friggere i pescetti all’amico, sai mai che fosse un sogno premonitore.
    🙂

    (La sottoscritta, dando gli ultimi ritocchi a questa casa, quella finalmente di proprietà (della banca, ma vabbé…), girava come un invasata con il “mister vapor, forza e igiene a portata di mano” e ha letteralmente lessato, oltre ad alcune porzioni di pelle, i rubinetti della vasca da bagno.

  2. Questa donna ha delle qualità!
    E pure la winterite, direi.

  3. Non ricordare i nomi è l’inizio del tracollo

  4. Zia@allora il mio tracollo è inizato quando avevo tre anni!
    Winter@vi farò incontrare, così potrai verificare il suo grado di winterità

  5. La bionda è fortunata a essere collega tua e non de MIster C.
    Che ni ci tagliavo le gambe.

  6. Pensa se fosse stato un uomo!

  7. Giap, sui pvt di splinder ti ho risposto.

  8. Il trasloco non dà gli incubi. il trasloco È un incubo.

  9. boston@dal tuo pulpito ! ci credo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: