GIAPATOI

Poliziotto, un bianco macchiato!

Non ci avevo fatto subito caso  entrando dal portone della questura.

 

Avevo  salutato gli agenti che conosco da anni, scambiato due chiacchiere calcistiche.

 

Cose da bar.

 

Proprio a quello stavo pensando mentre chiedevo al piantone se c’era il funzionario  con cui volevo parlare: alle luci , i fumi e gli odori del Bar Pizzo , il vecchio circolone dove mio nonno andava a giocare a carte vicino a casa.

 

Il ricordo improvviso e fuori luogo deve avermi disegnato in volto un’espressione strana perché il poliziotto seduto alla scrivania  è sbottato in un : “ Non me lo dica , lo so, le giuro che non sono ubriaco!”

 

Immediatamente ho compreso da dove arrivava quel ricordo: dal tavolo saliva un fortissimo e netto profumo di   grappa.

 

Non parlo di quelle cose sofisticate monovitigno di moscato;

era  proprio l’odore ruvido di  quelle belle grappe torcibudella  con cui  ai tempi dei nonni si correggeva il caffè.

 

Nel medesimo istante mi sono accorto che lo stesso profumo aleggiava in tutto il commissariato.

 

“E’ colpa della suina” si è affrettato a giustificarsi il piantone ” ci hanno ordinato di pulire con prodotti ad alto contenuto alcolico ma  l’impresa di pulizie deve aver esagerato.”

 

Finito il mio colloquio  sono uscito salutando il poliziotto dall’’aria assonnata .
Forse  non aveva bevuto,  ma  i fumi dell’alcool stavano comunque  facendo il loro effetto

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

6 pensieri su “Poliziotto, un bianco macchiato!

  1. Ah, i bei bar sport di una volta, quando le grappe erano al limite del legale (chissà com’era la grappa alla ruta, grande protagonista degli anni Settanta) e i più coraggiosi trangugiavano caffè col fernet…

  2. (qui si aspetta ancora il post gastronomico, eprò)

  3. Arrivo , Boston!  tra un post e l’altro me tocca pure lavorà, che la creatura mangia!

  4. Ecco cosa mi ricorda l’odore della terza D! Pensavo mi riportasse con la memoria a una corsia d’ospedale, invece la classe degli studenti più ipocondriaci che io conosca sa di grappa…e da lunedì mi sembrerà di entrare nella cantina del prozio!!! Beh, prosit! Ba

  5. Ecco cosa mi ricorda l’odore in terza D! Credevo mi riportasse con la memoria a una corsia d’ospedale e invece la classe degli studenti più ipocondriaci che io conosca sa di grappa…e da lunedì mi sembrerà di entrare nella cantina del prozio Giacomo! Beh, prosit! Ba

  6. Ma…commento e non vedo i miei commenti…posso continare a riscriverli a più infinto ma sembrerei antipatica…o scema! Se devi scegliere, preferisco la seconda! Ba

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: