GIAPATOI

Il gelo di una spensierata follia

Erano a casa mia , lui e l’amico,

Giocavano col cagnolino appena nato.

Lo coccolavano, gli davano i croccantini .

Ancora pochi giorni di svezzamento e lo avrebbe portato a casa

il suo cucciolo.

 

Due chiacchere sul nulla, un giochino al computer.

 

Poi ha chiamato l’amica : “Ciao amo’, è tutto pronto tra cinque minuti son lì”

La voce dal telefono squillava allegra e solare.

  

Ci siamo salutati velocemente , scherzando su qualcosa di inutile che non ricordo neppure.

 

Ciao, ci si vede domani.

Ciao.

 

 

Dieci minuti e stavano massacrando quella persona,

a colpi di accetta dice il giornale .

Hanno confessato,

avevano architettato tutto da settimane.

 

Erano così tranquilli , spensierati.

Erano così amorevoli con quel cucciolo.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

9 pensieri su “Il gelo di una spensierata follia

  1. boston, è esattamante quello che ho detto appena la persona che me lo ha raccontato è uscita dal mio studio.

  2. D’altronde, noi usciti con 38 dal liceo scientifico abbiamo notoriamente il dono della sintesi. Ma sono contento che le cose che scandalizzano me sono al massimo scelte terminologiche discutibili o l’adozione di processi clamorosamente stronzi. Cose un filino meno eclatanti.

  3. Almeno Alex il suo cane lo tratta male…

  4. non so che dire, questo post mi ha spiazzata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: