GIAPATOI

Archivi per il mese di “novembre, 2013”

Piovono Mattoni

Immagine

Questa mattina gli studenti hanno sfilato sin sotto le finestre del beneamato sindaco del basso varesotto per chiedere come mai abbia deciso di impegnare i pochi soldi rimasti nelle casse per costruire una fantastico ed utilissimo palaghiaccio anzichè sistemare le scuole che cadono a pezzi.

Mentre passavo, l’elegante signora del negozio di vestitini scicchettini giusto sul  passaggio è uscita d’improvviso dalla porta  brandendo lo scopettone che stava usando per ramazzare il negozio.

Tutto mi aspettavo di sentir proferire dalla distinta commerciante , tutto  tranne un sonoro  ed un pochino nostalgico:

” Evvai, cazzo! Che bei tempi !”.

(Dolores Ibarruti in salsa fashion)

Annunci

I miracoli della scuola 2.0

Immagine

Se dal registro telematico della classe dello Zarevich
lo studente risulta assente e contemporaneamente interrogato in inglese
il genitore che fa : firma la giustificazione o inizia il processo di beatificazione dell’ubiquo ?

La precisione dell’amore.

Il tempo: una pioggia estenuante.

Il luogo: l’aula delle udienze penali del Tribunale.

L’imputazione: ricettazione , di un auto, qualche anno fa .

L’imputato:  giovane ragazzotto serbo.

Mentre attendi la prima testimone sfogli  le carte e leggi che ai Carabinieri aveva già dichiarato che lei l’imputato lo conosceva bene , perché all’epoca dei fatti erano fidanzati da un mese ed otto giorni.

UN MESE ED OTTO GIORNI

Questo è amore !

Se tuo figlio è uno studente modello, ma di quel modello si son perse le tracce, ti potrebbe capitare di…

Immagine

Vederlo svegliarsi la mattina un’ora prima per studiare Storia ( perché  lo ha detto che mi interroga) e scoprire solo in classe che quel giorno c’è Storia, si ,ma dell’Arte.

Scoprire che si è inventato lo “studio alla godfella“: Le cose le so Prof. Ho studiato, ma non te le dico !

Dover spiegare alla nipote “la biondina, simpatica, bella, secchiona e futura avvocato” quale sia  differenza tra hashish e marijuana(lei non l’ha mai vista) e scoprirsi a pensare  : stavolta lo Zarevich ne sa di più.

Accorgersi , dopo un mese di scuola, che il Prof sta spiegando epica sul testo dell’anno prima  anziché I Promessi Sposi e vederlo non spiegazzare una ciglia quando alla pagina 75 lui legge di Lucia e quello parla di Didone.

Sentire la telefonata alla compagna alla quale chiede spiegazioni e sentirla rispondere : “ Si  Zar, è il libro di epica dell’anno scorso, quello con la copertina gialla e la scritta blu, quello che….??… mah ……. dove cavolo…… quello …….CHE .HO. VENDUTO. QUESTA. ESTATE. PER .COMPRARE. LE. SCARPE  !

Ascoltare nitidamente la mamma della ragazza urlare da dietro la cornetta :”Lo so che sei lì Giap , se ti sento ridere ti ammazzo!”

Navigazione articolo